Prodotti
Settori

Una pressa PSC per Vinicola Campestre in Brasile

Case studies / Marzo 2018

L’azienda Vinicola Campestre si trova nello stato di Rio Grande do Sul, la regione vinicola più importante del Brasile. Oggi sta facendo importanti investimenti per rinnovare e ampliare il parco macchine, aumentare la capacità produttiva e migliorare la qualità. Proprio per questo si è affidata alle nostre tecnologie e alla nostra esperienza acquistando una nostra pressa PSC da 160 hl e due centrali di refrigerazione da 500.000 frigorie/ora (CRV-2632).

 

Rispetto ad altre tipologie di presse, la nostra gamma di presse soffici a membrana con tamburo chiuso permette, tramite il gonfiaggio di una membrana, di pressare delicatamente e in modo omogeneo l’uva, per evitare di estrarre le sostanze che potrebbero alterare il prodotto durante le fasi successive di lavorazione. L’intero processo di lavorazione è monitorato da un PLC che consente di impostare sia programmi di pressatura predefiniti che personalizzati. In questo modo l’enologo è libero di decidere come adattare le varie fasi di lavoro (gonfiaggio, sgonfiaggio e mantenimento della membrana in pressione) al prodotto che deve lavorare. Il processo di lavoro delle presse è automatizzato, quindi non è necessaria la presenza costante dell’operatore.
Vinicola Campestre è stata fondata mezzo secolo fa ed è un’azienda a conduzione familiare. Produce vini, succhi e spumanti affidandosi a una metodologia enologica esperta e alla tecnologia che da anni le consente di soddisfare i propri consumatori con prodotti naturali e dai sapori caratteristici.

Il Brasile si posiziona al terzo posto tra i Paesi produttori di vino dell’America Latina, dopo Cile e Argentina, world players del mercato vinicolo sudamericano. Il Paese è stato definito “una grande promessa” nel panorama enologico, una promessa che non ha ancora manifestato tutto il suo enorme potenziale. All’interno del Paese la cultura del vino si sta espandendo: il consumo di vino non è più appannaggio delle fasce sociali più ricche, sono nate nuove associazioni di categoria e i produttori locali sono sempre più specializzati.

 

Inoltre, nel 2017 le cantine brasiliane hanno prodotto 753.200 tonnellate di uva da vino. Per il 2018 Ibravin, l’Instituto Brasileiro do Vinho, prevede una produzione che si aggira intorno alle 600.000 tonnellate, un 20% in meno rispetto al fortunato 2017. Questa diminuzione però non spaventa i produttori in quanto la qualità delle uve raccolte è migliorata. L’aumento della produzione degli ultimi anni ha aiutato l’export del vino brasiliano nel mondo. Nel Paese, infatti, enoteche e rivenditori commercializzano sempre più bottiglie nazionali, una tendenza che testimonia un evidente miglioramento del prodotto grazie all’evoluzione dei metodi di produzione adottati da numerose cantine. Negli ultimi anni i produttori di vino brasiliani hanno lavorato molto per migliorare la qualità e l’identità dei propri vini e ogni zona di produzione si è specializzata in vitigni e tecniche più in linea con la vocazione del proprio territorio.

 

Sono numerose le aziende vitivinicole e di altri settori economici del Brasile ad aver scelto di introdurre le nostre tecnologie VLS Technologies all’interno del proprio processo produttivo, spinte dal desiderio di rinnovarsi e migliorare la qualità dei propri prodotti. I nostri filtri a farina verticali e le centrali frigo sono già state acquistate da Vitivinicola Quintas de Sao Braz, Laticinios Bio LTDA e Vinhos Milani che hanno scelto di affidarsi alla nostra esperienza e know how nel trattamento del liquid processing in campo alimentare.

Gli ultimi articoli

Shoreline Fruit, solo il meglio per le migliori amarene dei Grandi Laghi

Shoreline Fruit si è rivolta a noi per migliorare la produzione del loro concentrato e succi di amarene.

Filtro a farina FVO50 per Acesur

Ad Acesur, uno dei cinque più grandi oleifici al mondo, VLS Technologies ha recentemente fornito un filtro a farina verticale FVO50.

Filtro a farina FVV15 per Valle de San Juan

VLS Technologies ha fornito a Valle de San Juan un filtro a farina verticale FVV15 per la filtrazione delle salamoie.