Caratteristiche

I filtri Lees – Stop permettono di eliminare l’utilizzo dei filtri rotativi sottovuoto, offrendo una filtrazione automatica e senza l’utilizzo di farine fossili. Il vino filtrato risulta pulito e brillante (<1 NTU) e può essere aggiunto direttamente al prodotto filtrato in precedenza, senza dover fare ulteriori trattamenti. La resa, che dipende dalla qualità di prodotto filtrato, è maggiore rispetto a quella ottenuta usando dei filtri rotativi sottovuoto. Inoltre, il prodotto filtrato risulta essere qualitativamente migliore (vengono mantenuti i parametri analitici e la qualità del vino risulta essere quella di un “pre imbottigliamento”)

leesstop_large_1

Membrane

Questo filtro tangenziale, realizzato appositamente per il trattamento della feccia, è dotato di una membrana in acciaio inox creata proprio per filtrare prodotti molto “sporchi”. Questa membrana ha una lunga durata ed è resistente alla pressione, alla temperatura e ai prodotti chimici. Queste caratteristiche vanno a vantaggio dell’affidabilità e della capacità di rigenerazione delle membrane. La feccia viene filtrata da una serie di membrane, da 2 a 8, con una superficie filtrante di 7,5 m² ciascuna. L’intero impianto è sterilizzabile a vapore. Il processo operativo è molto semplice, infatti il filtro è completamente automatico e richiede un controllo minore.

Filtrazione

Durante la filtrazione è attiva la gestione costante della ricircolazione dei solidi e della concentrazione in modo da assicurare cicli di lavoro estremamente lungh (decine d’ore). Questo filtro permette di ottenere una qualità ed una quantità di vino superiori rispetto alla filtrazione tradizionale. Inoltre, i residui di filtrazione che hanno ancora un contenuto di alcool possono essere utilizzati in distilleria. Il filtro Lees – Stop può essere prodotto con 2, 3, 4, 5, 6, 7 e 8 membrane.

Ecco il risultato:

3_5

Prodotto concentrato
dal 70% al 95% v/v

20151009_093904_b2

In uscita
prodotto a 1 NTU